lunedì 7 gennaio 2013

In libertà

Mia moglie, mia figlia, mia sorella ecc. non sono termini appropriati. Cosa c'è di nostro? Nulla. Tutti tendiamo a voler possedere ma nulla si ha di più di chi, in piena libertà, decide di camminare al nostro fianco. L'amore è libero, non si forza e non si compra.
Come si può sentirsi padroni di qualcuno? Come si può obbligare un altro ad amarci, come si può obbligare qualcuno a stare con noi?
Gesù ci ha lasciati liberi di accettarlo o di rifiutarlo, di amarlo o di crocifiggerlo, di seguirlo o di respingerlo, di scegliere il paradiso o l'inferno.
Quale Dio può obbligare i suoi figli a seguirlo? Quale Dio può uccidere chi non lo ama? Quale Dio obbliga i suoi figli a morire per Lui?
Quanto vale una bella parola strappata con la forza? Nulla
Sentirsi dire in piena libertà, da una figlia di Dio, "siete un dono per noi" non ha alcun prezzo. Se poi a pronunciare queste parole è una Missionaria della Carità.......

Nessun commento:

Posta un commento