mercoledì 26 dicembre 2012

Si la mia luce




 -" attaccatevi al Rosario come l'edera si attacca all'albero, perché senza la Vergine non possiamo reggerci in piedi"

- Nirmal Hriday significa in bengalese, cuore puro. Questo è il nome dato da Madre Teresa alla prima casa del moribondo a Calcutta.

 - " l'amore richiede sacrificio. Ma se amiamo sino a soffrire, Dio ci concederà la sua pace e gioia ... La  sofferenza in se tessa non è nulla, ma la sofferenza condivisa con la passione di Cristo è un dono meraviglioso."

 - " voglio anche sorridere a Gesù, e così nascondere,  se possibile, il dolore e l'oscurità della mia anima persino a Lui". Madre Teresa svela la sua oscurità interiore all'arcivescovo Périer.

 -" per favore ( arcivescovo Périer) preghi per me, perché io possa essere niente per il mondo e il mondo niente per me".



Qualcuno ha chiesto:
" Quando mai avranno fine le sofferenze dei poveri?".

"Quando tu e io inizieremo a condividere ciò che abbiamo" ho risposto.
Meno possediamo, più possiamo donare.

Se cerchiamo di possedere di più, possiamo solo donare di meno.



Io aggiungo: quello che può dare chi non ha niente ha più valore di qualunque cosa possa dare chi ha tutto.



Nessun commento:

Posta un commento